top of page
Cerca
  • infolobbyingitalia

In Italia i rapporti tra Stati esteri e politici sono ancora più opachi

  • L’inchiesta sulle presunte tangenti pagate dal Qatar ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica il tema della regolamentazione dei rapporti tra lobby e decisori pubblici.

  • A Bruxelles esistono delle norme sul lobbying ma gli obblighi di trasparenza non si applicano a chi rappresenta gli interessi di paesi terzi e agli ex parlamentari non si applicano le norme che vietano l’assunzione di incarichi in conflitto di interesse appena cessato il mandato (il così detto “revolving door”).

  • La vicenda europea rappresenta un campanello d’allarme per il contesto italiano dove la relazione tra lobbista e decisore pubblico è avvolta da un velo impenetrabile e dove continuano a mancare, nonostante lo “scandalo” Renzi, norme volte a regolare il rapporto tra parlamentari in carica e stati esteri.


4 visualizzazioni0 commenti

Comments


Post: Blog2_Post
  • Black Icon LinkedIn
  • Twitter
bottom of page